h1

Il testamento di Dio

14 febbraio 2012

Yannis Ritsos (1909-1990)

Sul piatto del poeta

briciole d’amore

mangiucchiate da topi

stanchi di pretese,

di gelosie,

di conservare cianfrusaglie nel cuore,

di egoismi,

di tutti i lavori sotterranei che –

e di tutte le altre lettere scritte

con l’inchiostro della nevrastenia.

Di questa tavola

benedico le tovaglie sporche,

le vostre mani unte

i vostri crocifissi di pane,

le vostre piccole masturbazioni dolci

il vostro respiro ridicolo,

e i vostri stracci

che per semplicità

vi ho insegnato a chiamare “anima”.

Sul sagrato vi attendono macchinari

per filare poesie

e robot:

il vostro futuro è un microscopio

per esplorare lo spazio

tra voi e il mio sangue radioattivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: