h1

Senza titolo

2 aprile 2012

J.H. Füssli, "Le tre streghe" (1783)

Tra gli amici della morte,
carrozzelle linde e puzza di stazione,

c’è chi si fuma la Fontana di Trevi
caduta dalla tasca di qualche sbadata turista
sudata e formosa

chi si domanda: “Dov’è finita la mia Sambuca?” –
ma lo chiede in uno strano ucraino magico
che fa apparire immediatamente
dei sostituti in Tetra Pak

e curiosamente ci sono sacchi neri
e mani che sbucano piene di pane
sfracellato
caduto dal centoventesimo piano del Grattacielo del Cibo –

“Può venirti la carie, piccolo vecchio pazzo”
“No Dmitri, non preoccuparti,
SANNO quel che faccio” –

se ne escono fuori con questi dialoghi assurdi
e agitano in aria mani dai contorni violacei
che sembrano guanti da laboratorio psichedelico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: