h1

Ritratto maldoniano di un esule inconscio (quarta parte)

3 aprile 2012

David Cronenberg sul set di "Crash" (1996)

leggi la prima  la seconda e la terza parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano)

leggi la primala seconda e la terza parte della versione alternativa (di Moises Di Sante)

Il vecchio ungherese si accese una sigaretta e pensò a quando da piccolo amava mangiucchiare le scarpe di suo padre. Se ne stava rintanato sotto il bancone di quella squallida drogheria ebraica, a guardare le gonne pudiche delle clienti e a ciucciarsi quelle fetide scarpe. “E chissà poi perchè si levava le scarpe a lavoro, quel povero pazzo di papà!”, sussurrava sorridendo Tzozius. Un alone grigio circondava la sua via Stato, gli ultimi condomini tornavano nei loro minuscoli monolocali, una pattuglia di androidi osservava la scena dalla scintillante telepostazione all’angolo. L’ungherese abbassò le palpebre, giusto il tempo per sentire

uno strascicare di piedi

elettricità lungo la schiena

il cuore dire: “Eccolo, eccolo, cazzo eccolo!”

un orgasmo di figlio tra le lenzuola

la sua mano bianca rugosa, imbevuta d’acqua, accarezzare un volto nato dal suo sperma

elettrico

I sogni, eccoli in fila, uno a uno, abc e sono tutti dentro lo schedario della polizia….

Mario farfugliava confuso: “Ma non può essere stata la mia confess..

io non ho

no!”.

———————————————–

PRIMA,  MOLTO PRIMA

———————————————–

“Pengajaran?”, chiese il malese provocatore.

“Eh…pengajaran, pengajaran….che ne so, sua santità, che ne so…forse dovremmo chiamare quelli del Governo, loro se ne intendono di favole…sì, insomma…di sogni”.

L’uovo cadde sfrontato nel piatto del povero Informatore.

“Portami quel ragazzo, Humboldt”.

“Come vuole, sua santità…anche se…”

“Anche se?”

“Anche se…niente, sua santità, niente. Proveremo a deviare il suo percorso”.

“Humboldt…non dobbiamo deviare proprio niente. Lui deve venire da noi spontaneamente, capito?”

“Sissignore, ho capito perfettamente”

“E ora mangia…sai, le ho fatte come dice quel tizio alla televisione, sai, quel predicatore…”

“Rovinus?”

“Lui, l’uomo delle uova, proprio lui”

“Ottime, sua santità, ottime”.

7 commenti

  1. […] prima  la seconda  la terza e la quarta  parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]


  2. […] prima  la seconda  la terza e la quarta  parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]


  3. […] prima  la seconda  la terza  la quarta  e la quinta  parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]


  4. […] prima  la seconda  la terza  la quarta  e la quinta  parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]


  5. […] prima  la seconda  la terza  la quarta  e la quinta  parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]


  6. […] prima  la seconda  la terza  la quarta   la quinta  e la sesta parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]


  7. […] prima  la seconda  la terza  la quarta   la quinta  e la sesta parte (questo racconto è figlio del ciclo maldoniano di Gaetano […]



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: