h1

Senza titolo

9 aprile 2015

senza titolo

“Sto furbescamente divincolandomi dalla veglia”,
ti dicevo,
e più lettere c’erano
più c’eravamo,
legati a rotaie
in un deserto giallo gommapiuma
costruito di carezze spagnole
su cui viaggiavano treni targati a sinistra;

e vivo istanti bolliti e conditi di noi,
con il disprezzo per il giardino dei vicini,
circondato da
lontani parenti civili,
estranei.

E i nostri giochi,

sagome di lumache
che mi porto intatte
nel cuore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: