h1

Senza titolo

17 settembre 2015

homeless

Gliel’ha detto in slavo,
Credo,
Con il suo cappello di lana viola:
“Cosa ridi?”
Ma lo ha detto tra i due denti,
Il pittore asessuato con la rosa nel taschino;

Lo ha detto all’africano felice
Che correva avanti e indietro
Sull’autobus.
In bocca un cavetto elettrico,
Mentre noi ci guardavamo stupiti i fegati,
Infantili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: