h1

Sposa-metropoli

12 febbraio 2016

metropolis

Chiuso per mancanza di personale

il cuore è tana per pesci,

pesci dagli occhi grandi come cipolle,

o forse erano castagne;

——

che importa,

se ho trovato tra le tue gambe grattacielo

un paio di città e una mappa,

tre sigarette e un castello;

——

ma è vero, sposa-metropoli,

che sul tuo pianeta

hanno trovato macerie di poeti?

L’ho visto in tv;

——

che importa,
i miei occhi erano chiusi

e processioni di te

provavano ad aprirli;
ma io dormivo,
con timidezza facevo l’amore sul vetro

e la terra lontanissima

era piena d’occhi,
occhi di impiccati,

mentre qualche affamato domandava:

è lei?
e io rispondevo stranito:

Credo di sì,

non vedi le briciole che lascia?

Advertisements

One comment

  1. L’ha ribloggato su MetropoliZe ha commentato:
    splendida poesia metropolitana



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: