h1

Tra poco sono cent’anni

28 febbraio 2017

vladimir-vladimirovic-majakovskij

 

di Gaetano Veninata

 

– Tra poco sono cent’anni,

e le vostre facce sono nere –

 

nere,

come le formiche/Buñuel

sulle mie mani,

con traiettorie difficili da indovinare

verso rifugi per poesie inutili

ciotole piene di social network;

 

niente occhi rossi

(c’è un’app per sterminarli)

 

– Tra poco sono cent’anni,

e le vostre facce sono nere –

 

e che gambe ha il capitale,

quante preghiere da grilli:

 

ma al poeta non importa,

alza la gonna, su,

ho mille versi da far vedere a Zeus,

ad Allah che fa il mercante in via Tiburtina

a Gesù che vende pandori

a Buddha che se ne fotte

agli ebrei che non lo so (chiudono il sipario?)

e a tutti gli altri che dimentico.

 

– Tra poco sono cent’anni,

e le vostre facce sono nere –

 

Shelley Corso Keats li vedo ogni tanto,

tutto bene,

si godono il clima e non parlano molto.

Ogni tanto un gatto piscia sulla loro tomba,

ed è tutto, va bene così.

Annunci

2 commenti

  1. Tutti i giorni Rivoluzione d’ottobre. 28 ottobre.


  2. …intensa… a tratti rococò… m’è piaciuta… (non cambiare fornitore…)
    ciao



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: